Ecco come sarebbe andato a finire se il Titanic non fosse mai affondato.

Arrivano a NYC, lei è incinta e le cose vanno bene finché non sforna due gemelli idioti e cacacazzo. Lui trova lavoro ma va male, ne trova un altro e va pure peggio. Alla fine si ritrova a vendere noci di cocco in acqua sporca sulla spiaggia di Coney Island. Lei entra in depressione postgravidanza, in particolare osservando un bicchiere d’acqua si rende conto di come il liquido opprima e schiacci il vetro del bicchiere contro il legno del tavolo e per questo viene presa dalla Nausea di vivere. Dopo un paio di giorni si trova a frequentare i locali della 52esima e fare sveltine nei cessi con musicisti jazz sottopagati. Dopo un paio di settimane molla marito e figli con la classica sequenza “non sei più quello che cerco / non siamo fatti l’uno per l’altra / la nostra relazione non è che una costrizione voluta dall’abitudine / sei un mentecatto infatti t’agg mis pur e corn ecc.”. Dopo aver venduto il gioiello dal valore inestimabile ad un pappone per circa 120$ se li spende tutti da uno che legge i tarocchi in mezzo alla via. Dopo due settimane si mette con uno col Mercedes. Lui finisce a fare il pupazzo di topolino a disney world ed i figli vanno in orfanotrofio. Dopo vent’anni come nel più sputtanato dei film ritrovano il padre che beve vermut in un bar e gli dicono “dov’eri quando mi serviva una figura paterna?” e poi gli sputano in faccia senza nemmeno pagargli da bere.