È assolutamente sbagliato dire che le donne sono tutte zoccole.


Spesso in metropolitana mi trovo a sedere di fianco a ragazze molto belle.
La maggior parte di loro di solito accenna un sorriso e poi continua a farsi i fatti suoi.
Altre volte mi capita che mi guardano con quell’indifferenza fatta di superiorità, come se per me fosse un onore che mi sto sedendo vicino a loro. Quando capitava all’inizio mi chiedevo cosa cazzo ci fosse da guardarmi con quel simil-disprezzo, nemmeno fossi un rifiuto sociale.
Ma poi ho capito come reagire.
La vostra bellezza è non solo un qualcosa di soggettivo ma è anche evanescente, basare la vostra superiorità solo sull’aspetto fisico è ridicolo e assolutamente immaturo. La più grande soddisfazione me la prendo quando dopo essermi seduto di fianco a loro, ed aver aspettato un paio di fermate per consolidare la situazione, cambio posto improvvisamente con uno più distante non appena si libera (magari quello affianco o difronte). Di solito quando succede si guardano attorno attonite come a chiedersi inconsciamente “oddio, mi puzzano le ascelle?”
Un semplice gesto basta a distruggere un intero castello di carte emotivo. E questo la dice tutta.
L’onore, mia cara sciacquabicchieri, è solo tuo visto che io ho deciso di sedermi vicino a te, infatti ti consiglio di leggere il mio blog se ancora non l’hai fatto. Se non sai come fare non metterti a piangere, chiama il tuo amico nerd che sbava solo a vederti e supplicagli di aggiustarti il computer. Quando avrà finito dagli un bacino sulla fronte e ricordati di chiedergli pure di lavare a terra dopo che avrà inondato il pavimento di bava e lacrime di gioia.

Con questo NON intendo incoraggiare alcun tipo di misoginia. È solo un post su un blog che non ha nessun autorevole valore intellettuale, sono solo parole scritte in un ambiente virtuale destinate ad invecchiare archiviate in quel nulla fatto di qualunque cosa che poi è il web. Rinnovo il mio rispetto ed amore per le donne che sono assolutamente un qualcosa di meraviglioso che io adoro. Non a caso c’è anche un autorevole libro che racconta di come loro siano nate da una nostra costola. Prendiamoci cura della nostra costola mancante, nessuno ce la restituirà!

Premesso questo sappiate che recentemente mi hanno spiegato che è assolutamente sbagliato riferirsi alle donne come zoccole. Non importa che dopo essersi chiavate una città intera a tipo giro tondo quando arriva il tuo turno (che magari è pure la volta che ci sta un povero maronno disposto a volerle bene) cominciano a fare storie sui sentimenti, l’amicizia, e le relazioni che potrebbero non funzionare.
Ancora più sbagliato è riferirsi alle donne degli altri come zoccole. Questo è assolutamente irrispettoso nei confronti non solo delle donne ma anche dei vostri amici. Non importa che poi verranno da voi a piangere come dei cani bastonati al termine della relazione o si presentino a casa vostra alle 7 di sera chiedendo di bersi la vostra bottiglia di Jack Daniel’s per via della zoccola che se ne è andata al cinema col barista tatuato dell’arenile senza dirvi nulla.
Non importa che poi vi dicano “avevi ragione a chiamarla zoccola”. Non importa, è questione di rispetto.
Siate rispettosi,  le cose non ditele perché potrebbero ferire.
Per sicurezza vi dico un’altra cosa: non pensatele nemmeno.
Almeno andiamo sul sicuro.

Annunci